atuttadestra.net

Chiesto rinvio a giudizio per i genitori di Matteo Renzi

La Procura di Firenze ha chiesto il rinvio a giudizio di Tiziano Renzi e Laura Bovoli, i genitori dell’ex premier Matteo Renzi, imputati, assieme all’imprenditore Luigi Dagostino, di aver emesso presunte fatture per prestazioni delle loro società. Secondo l’accusa dei pm Luca Turco e Christine Von Borries, le prestazioni non sarebbero mai avvenute. La richiesta di rinvio a giudizio, inviata al gip in questi giorni, segue l’avviso di conclusione delle indagini di alcune settimane fa. “La richiesta di rinvio a giudizio diffusa dalla

Continua a leggere

Il Pd verso la conta e i renziani lanciano #senzadime

(askanews) – Sull’eventuale appoggio a un governo del M5s il Pd è diviso e si prevede una conta in direzione, in cui i renziani sono convinti di avere ancora la maggioranza. “Ma l’aria sta cambiando”, si dice certo un esponente dell’ala ‘trattativista’, che si sta allargando. Aiutati in questo, Martina in testa, dallo stop pubblico a ogni trattativa con Matteo Salvini assicurato da Luigi Di Maio con al fianco i capigruppo M5s Danilo Toninelli e Giulia Grillo, all’uscita dalla consultazione

Continua a leggere

Indagati genitori di Matteo Renzi

Tiziano Renzi e Laura Bovoli, genitori dell’ex segretario del Pd ed ex presidente del Consiglio Matteo Renzi, sono indagati dalla Procura di Firenze nell’ambito di un’inchiesta sull’emissione di fatture false da parte di società a loro riconducibili. Entrambi hanno ricevuto dal procuratore aggiunto Luca Turco e dal pm Christine von Borries un invito a comparire per spiegare i rapporti tra le loro società e l’imprenditore pugliese Luigi Dagostino con attività in Toscana legate agli outlet commerciali. LE FATTURE – Nell’ambito delle indagini, la Guardia di Finanza ha individuato, in particolare,

Continua a leggere

LEGGETE LA PROFEZIA DELL’EX MINISTRO GRECO VAROUFAKIS: “M5S E LEGA VOGLIONO FORZARE LE REGOLE EUROPEE? CI HA GIÀ PROVATO RENZI.

Giuseppe Salvaggiulo per “la Stampa” A tre anni dalla sua fugace esperienza come ministro greco delle Finanze, dal braccio di ferro con l’ eurogruppo, dal referendum vinto e dalla rottura con il premier Tsipras, l’economista Yanis Varoufakis rilancia il suo impegno politico, proiettato sulle elezioni europee del 2019. A suo giudizio, anche la situazione italiana conferma che «una cosa è chiara: dalla sconfitta deve emergere una nuova forza progressista, radicale, europeista». Qual è il suo giudizio sulle elezioni italiane? «Hanno portato

Continua a leggere

Salvini: “Non ci hanno votato per far tornare Renzi”

‘Gli italiani non ci hanno votato per riportare Renzi al governo, o la Boschi e Delrio e neanche Gentiloni”. Lo ha detto il leader della Lega, Matteo Salvini, al termine del Consiglio federale conversando con i giornalisti. ”Non andremo mai al governo se non potremo realizzare quello che ci siamo proposti di fare – ha rimarcato – via la legge Fornero, riduzione delle tasse, blocco dell’immigrazione clandestina, revisione dei trattati europei”. ”Sono 5 milioni e 691mila gli italiani che ci hanno

Continua a leggere

“Spero che Renzi non fondi un suo partito” (il sindaco di Milano Sala)

(askanews) – Il difetto principale di Renzi? “Essersi circondato di poche persone e non aver saputo allargarsi. Il momento più basso penso sia stata la conferenza stampa post elezioni: avrebbe dovuto farsi da parte” invece “ha deciso di fare un braccio di ferro con il Pd, parlando di inciuci. A chi si riferiva? E non dimentichiamoci che noi abbiamo governato con Verdini”. Così il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a margine della presentazione del suo libro a Tempo di Libri.

Continua a leggere

La tregua (relativa) nel Pd

(askanews) – Sabato di tregua (relativa) nel Pd in vista della direzione di lunedì. Nella riunione i Dem prenderanno atto delle dimissioni di Matteo Renzi, convocando l’assemblea che dovrà tenersi entro un mese. Dovrebbe essere il vice Maurizio Martina, affiancato da un gruppo “collegiale”, a guidare la transizione, con alcuni passaggi fondamentali come la nomina dei capigruppo, l’elezione dei presidenti delle Camere e le consultazioni al Quirinale. Sarà l’assemblea poi la sede per decidere il futuro della guida del partito.

Continua a leggere

Daniela Santanchè contro Alessia Morani: “Renzi è il vero vincitore, è riuscito a rottamare il Pd”

“Matteo Renzi è il grande vincitore. Voleva rottamare il Pd e ci è riuscito”. Daniela Santanchè si scatena in diretta da Myrta Merlino a L’aria che tira su La7contro la piddina Alessia Morani: “Non lo ha fatto lui, lo hanno fatto gli italiani”. Ma la Morani non riesce a rispondere a tono. Si limita a dire: “Basta parlare di Renzi”.       fonte: http://www.liberoquotidiano.it/news/politica/13316180/daniela-santanche-alessia-morani-pd-matteo-renzi-rottamazione.html  

Continua a leggere

Che cosa succede nel Pd

(askanews) – Matteo Renzi resta ancora lontano da Roma, assicura di non volersi ricandidare alla guida del Pd, ma spinto all’angolo dal pressing delle minoranze passa al contrattacco. Per lui parlano i suoi. Il capogruppo Ettore Rosato, secondo cui “ha detto con chiarezza che non si ricandida alle primarie, non vuole fare il segretario”. Ma soprattutto Luca Lotti, ministro dello Sport, suo più ascoltato consigliere, quello con cui il segretario dimissionario ha avuto continui contatti dopo il voto di domenica.

Continua a leggere

Orfini: Renzi si è dimesso, non ha senso discuterne in direzione

(askanews) – “Matteo Renzi si è formalmente dimesso lunedì. Come da lui richiesto nella lettera di dimissioni, e come previsto dallo statuto, ho immediatamente annunciato la convocazione dell’assemblea nazionale per gli adempimenti conseguenti”. Lo scrive in una nota Matteo Orfini, presidente del Pd. “Contestualmente – aggiunge – ho convocato la direzione nazionale che sarà aperta dalla relazione del vicesegretario Martina. Nella direzione discuteremo le scelte politiche che il Pd dovrà assumere nelle prossime settimane. Continuare a discutere di un fatto

Continua a leggere
1 2 3 184