atuttadestra.net

Giorgia Meloni: “Saviano scopre ora che gli immigrati irregolari vengono sfruttati. Buongiorno!”

Giorgia Meloni parte all’attacco di Roberto Saviano e della sinistra sulla vicenda dei tredici immigrati irregolari morti in un incidente stradale nel foggiano, dove lavoravano nei campi di pomodori. Vicenda sulla quale l’attuale segretario del Pd ieri ha concesso peraltro una surreale intervista a SkyTg24 dopo essere stato per anni ministro dell’agricoltura: “La sinistra e Saviano si svegliano e scoprono che la massa di immigrati irregolari che in questi anni è stata fatta arrivare in Italia viene poi schiavizzata e costretta a lavorare senza alcun

Continua a leggere

I due messaggi che Storace vuole consegnare a Salvini e Meloni

Francesco Storace è stato uno dei protagonisti del primo approdo della destra italiana nell’area di governo, alla metà degli anni Novanta. Negli ultimi anni, ha lavorato per raccogliere sotto un’unica insegna i sovranisti italiani, constatando che per il momento l’obiettivo non è a portata di mano. Seppure da una posizione defilata, l’ex governatore del Lazio ed ex ministro della Salute non rinuncia all’analisi e al commento sulle vicende della destra e del governo gialloverde, intervenendo quotidianamente dal suo blog. Onorevole, l’avevamo lasciata in

Continua a leggere

Marchionne: Santanché e Meloni contro “Il Manifesto”

Daniela Santanché (Fratelli d’Italia) attacca su Twitter il quotidiano “Il Manifesto“, reo di aver titolato, in prima pagina “E così Fiat“, accompagnando il titolo a una foto di Marchionne e al sottotitolo: «ha tolto diritti ai lavoratori e ha portato il gruppo dell’auto via dal Paese».«Gente senza rispetto, senza onore, senz’anima. In una parola, comunisti » ha scritto su Twitter la Santanché. Anche la leader di FdI Giorgia Meloni critica “Il Manifesto” dicendo di essere «disgustata» da una sinistra «disumana».   fonte: https://www.vvox.it/2018/07/23/marchionne-santanche-e-meloni-contro-il-manifesto/

Continua a leggere

SALVINI HA NOMADATO GIORGIA MELONI

Ognuno di noi, da bambino, ha avuto dei sogni per il proprio futuro. Anche Giorgia Meloni sembra aver sempre coltivato una speranza: diventare la leader unica della destra italiana. Eppure, il suo grande desiderio pare destinato a non trovare mai compimento. Tra rocamboleschi auto-sabotaggi e contraddizioni croniche, Meloni sembra avere infine trovato il suo peggiore nemico fuori da se stessa e proprio in colui che doveva essere il più grande alleato: Matteo Salvini. Nata nella roccaforte rossa di Roma e

Continua a leggere

La Meloni e FdI si facciano promotori di una destra patriottica costituzionale

Qualche tempo fa scrissi un articolo nel quale, con profonda amarezza, constatavo che il partitoFratelli d’Italia era destinato a una inesorabile marginalizzazione politica(con conseguente emorragia di consensi), grazie a(o a causa de)ll’avanzata leghista, che pian piano stava occupando – come in effetti ha occupato – quell’area politica che un tempo era territorio di consenso della destra sociale tradizionale. Con un pius: la Lega è pure riuscita a conquistare molti cuori nella sinistra sovranista (dando loro una casa), e oggi è diventata un punto di riferimento

Continua a leggere

Meloni punta al Copasir

Con un partito che si sta disgregando, dove ogni giorno c’è chi fa le valigie per andare nella Lega di Matteo Salvini in vista del blocco sovranista per le elezioni europee del 2019 (leggi anche: i limiti e gli obiettivi della Lega delle Leghe) la leader di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni aspira a occupare la presidenza del Copasir, il comitato parlamentare che sorveglia i Servizi segreti. È la stagione degli inganni nel parlamento italiano, perché con una mossa da veri giocatori d’azzardo sia Luigi Di Maio sia Salvini stanno

Continua a leggere

Se la Meloni diventa l’ombra di Salvini

A Siena, città appena “liberata” dal dominio del centrosinistra, si è tenuto il Palio. Moltissime le personalità politiche intervenute nel capoluogo toscano per assistere alla tradizionale competizione ippica. Tra queste, il Segretario della Lega Matteo Salvini e la presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni. Ciò che colpisce non è tanto la partecipazione, scontata data la portata dell’evento e dato il sostegno al neo-sindaco Luigi De Mossi. Quello che colpisce è l’approccio comunicativo dei vari leader politici giunti a Siena, utilizzando i loro account social così importanti nella politica al

Continua a leggere

99 Posse su Giorgia Meloni: “Se sei fascista, devi penzolare”. La leader di Fratelli d’Italia: “Quanto sono tristi?”

Scontro a distanza tra i 99 Posse e Giorgia Meloni, alla quale la band napoletana ha dedicato un tweet molto duro, che si rifà a una frase della leader di Fratelli d’Italia a proposito della polemica su Rom e censimento (“Se sei nomade, devi nomadare”, aveva detto la Meloni”. Il gruppo partenopeo ha dunque scelto di controbattere su Twitter con “Ciao Giorgia Meloni. Se sei nomade, devi nomadare. Se sei rom, devi rommare. Se sei slavo, devi slavare. Se sei fascista, devi PENZOLARE!”.

Continua a leggere

Cara Meloni, ecco perché il blocco navale non si può fare

Da almeno tre anni numerosi politici, e qualche volta autorevoli commentatori, stanno insistendo su questo nonostante articoli, dibattiti parlamentari, dichiarazioni di ministri e di vertici militari abbiano chiarito che il blocco navale non sia attuabile poiché considerato un atto ostile Ormai da giorni non c’è pastone politico nei telegiornali in cui non si riporti la posizione di Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, che invoca il blocco navale davanti alla Libia. In recenti interviste ha anche spiegato che il Consiglio europeo

Continua a leggere

Polemica su frasi Macron, Meloni: “Da lui vomitevole ipocrisia”

Alla fine il presidente francese Emmanuel Macron è intervenuto, dopo essere stato sollecitato da più parti – e ha espresso una posizione duramente critica verso la minaccia del governo italiano di chiudere i porti alla nave Aquarius. Il portavoce dell’Eliseo, Benjamin Griveaux, ha denunciato “una forma di cinismo e di irresponsabilità” da parte del governo italiano. In precedenza aveva parlato anche il portavoce del partito del presidente, Gabriel Attal, definendo “vomitevole” la posizione dell’Italia. Le reazioni dei nostri politici non si sono fatte

Continua a leggere
1 2 3 123