atuttadestra.net

Alessandra Mussolini, orgoglio fascistissimo: “La verità sulla legge anti-caporalato”

Che Alessandra Mussolini sia vagamente nostalgica, non fosse che per ragioni di famiglia, non è certo un mistero. L’ultima dimostrazione è arrivata su Twitter, dove ha puntato il dito sulla legge anti-caporalato. “La fece il fascismo nel 1926. E la abolì Badoglio”, ricorda rilanciando un articolo del Secolo d’Italia.   fonte: https://www.liberoquotidiano.it/news/sfoglio/13366930/alessandra-mussolini-legge-anti-caporalato-fascismo-badoglio.html

Continua a leggere

È morto “Bellocchio” appassionato di politica, giornali e letture

SASSOFORTINO. Si è spento a Sassofortino Franco Buccelli (Neri all’anagrafe), da tutti conosciuto come “Bellocchio”. I Buccelli di Sassofortino, insieme ai Biagioni di Roccastrada, sono le famiglie che hanno fatto la storia della Destra locale. Neri, classe 1927, proprio oggi avrebbe compiuto 91 anni. Era nato in Libia, per l’esattezza in Tripolitania. Era figlio di un dipendente del Ministero del Tesoro vicino ai vertici fascisti. Dopo aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza tra Tripoli e Roma si era arruolato giovanissimo – come volontario

Continua a leggere

Lo spot della Chicco è fascista?

L’ultimo spot della Chicco ha fatto centro. L’azienda che produce abbigliamento e articoli per l’infanzia ha pubblicato un video dove invita gli italiani a fare più figli “per l’Italia“. La pubblicità imita volutamente il tono enfatico ed entusiasta dei commentatori sportivi esaltati da una grande vittoria della nostra Nazionale. Il problema è che quest’anno l’Italia del pallone non è andata in Russia e che quindi non ci sarà nessuna vittoria e nessun baby boom. Ma l’Italia, gli italiani e la Chicco hanno bisogno di bambini per prosperare e crescere

Continua a leggere

Chicco, dove c’è un cretino (che vede “fasci” ovunque)

A riprova di quanto la pubblicità sia il vero Intellettuale Collettivo della società dei consumi, lo spot televisivo della Chicco che invita a farlo approfittando dell’assenza degli azzurri ai Mondiali, tornando a figliare di gusto in un’Italia che procrea poco, ha scatenato l’indignazione sul web perennemente mestruato, manco fosse un messaggio istituzionale promosso dal nuovo governo populista e sovranista. “All’armi, son fascisti”: pure i copywriter dell’azienda di carrozzine e articoli per neonati? Sì, secondo chi ha sbroccato sui social network, che poi sono i fascio-onnivedenti, quelli che vedo la gente fascia ovunque

Continua a leggere

La Fiat 700, un’auto mai nata a causa della Guerra

Pioveva su Torino, quel 15 maggio 1939, almeno ad inizio mattinata.  Una settimana dopo Ciano e von Ribbentrop avrebbero firmato a Berlino il ‘Patto d’Acciaio’ (Stahlpakt), ufficialmente Patto d’Amicizia e d’Alleanza, tra i governi del Regno d’Italia e della Germania. Già soffiano sull’Europa e per l’Italia non desiderati venti di guerra, meno che meno a Torino: tutti lo sanno e lo temono. Il nuovo grande e moderno stabilimento della Fiat a Mirafiori era stato costruito fra il 1937 ed il 1939

Continua a leggere

Scuola, quando le medie erano le scuole migliori

L’anno scolastico è alle ultime battute. Entro la prima metà di luglio finiranno gli esami di maturità. A fine mese ci saranno gli ultimi appelli all’università. In agosto si fermerà tutto: purtroppo, per gli insegnanti, ci sarà il rientro proprio nell’ultima settimana, con il risultato, assurdo, di toglierne una di vacanza. Chi continua a sostenere che i docenti abbiano tre mesi di ferie si renda conto che, in realtà, hanno 35 giorni, come tutti gli altri lavoratori. Tre settimane a

Continua a leggere

Azione Frontale riempie il Levante di manifestini littori: “I regali del fascismo”

Manifestini littori a levante – Il gruppo di estrema destra “Azione Frontale”, nel giorno dell’anniversario dei moti contro il governo Tambroni, per <ricordare ai vari smemorati – si legge nella pagina Facebook – che si sono riversati in piazza  i principali “danni” del Fascismo: casa, scuola, lavoro, pensioni> ha tappezzato le fermate bus di manifestini. <Purtroppo al giorno d oggi grazie ai vari governi tante di queste opere stanno per estinguersi grazie ad un disinteresse da parte dello stato che sta

Continua a leggere

28 giugno 1940. Muore Italo Balbo, Governatore in Libia

L’aereo pilotato da Italo Balbo viene abbattuto per errore dalla contraerea italiana nei cieli di Tobruk, in Libia. Nello schianto il gerarca perde la vita. Ferrarese, aderisce presto al movimento fascista. Dal 1926 al 1934 è prima sottosegretario e poi  ministro dell’aeronautica. Come aviatore è protagonista di alcune memorabili imprese, la più spettacolare delle quali è la trasvolata atlantica del 1933 da Orbetello a Chicago, uno dei maggiori eventi mediatici dei primi anni ’30. Forse geloso di tanta fama, Mussolini lo nomina Governatore in

Continua a leggere

Meraviglie dell’Italia fascista: la “Palestra del Duce” al Foro Mussolini

Ci vuole un solo anno all’architetto Luigi Moretti, dal ’36 al ’37, per completare la “Palestra del Duce”, palestra personale di Benito Mussolini. Un tempio per la salus del Duce sorto nel complesso del Foro in suo onore, opera di Costantino Costantini (oggi Foro italico). Il Moretti realizza nella stessa area anche la Casa Balilla sperimentale, poi Accademia di scherma al Foro italico anche nota come Casa delle Armi, e la Cella Commemorativa del 1940. L’attività fisica è prerogativa del fascismo, e Mussolini

Continua a leggere

Donna Assunta Almirante “No a via per mio marito? La vera fascista è la Raggi”

La decisione di dedicare una strada a Roma a Giorgio Almirante per poi bloccare tutto con la mossa a sorpresa del sindaco Raggi ha suscitato parecchie polemiche. Sembrava tutto fatto in Consiglio comunale, poi la retromarcia del sindaco che di fatto ha bloccato tutto. Adesso sulla vicenda prende posizione sulle colonne del Tempo anche Donna Assunta Almirante, la vedova dello storico leader del Movimento Sociale Italiano. E la sua posizione come sempre è netta e chiara e prova a smontare il ragionamento con cui la

Continua a leggere
1 2 3 87