atuttadestra.net

Camera e Senato, fumate nere

Fumate nere al Parlamento. Alla terza votazione per l’elezione del presidente della Camera dei deputati, come annunciato, sono prevalse le schede bianche: al terzo scrutinio sono state 569. Il presidente provvisorio Roberto Giachetti ha quindi sospeso la seduta che riprenderà sabato mattina alle 10:30. A Montecitorio, nel secondo voto le bianche sono state 577 e anche alla prima votazione nessuno ha raggiunto la maggioranza dei 420 voti richiesti: le bianche sono state 592 e 18 le nulle. SENATO – Per quanto riguarda Palazzo

Continua a leggere

Lega vota Bernini ma lei si sfila

”È del tutto evidente che sono indisponibile ad essere il candidato di altri senza il sostegno del presidente Berlusconi e del mio partito”. Lo scrive su Twitter la senatrice di Forza Italia, Anna Maria Bernini. In serata è stata ricevuta da Silvio Berlusconi a palazzo Grazioli: era nell’aria che avrebbe rinunciato alla candidatura alla presidenza del Senato proposta da altri partiti come ”atto ostile” nei confronti di Forza Italia e “non concordata con i partner della coalizione”. Nel pomeriggio, infatti, è tutto cambiato

Continua a leggere

Tutti i presidenti di Camera e Senato

Tre sono state donne: Nilde Iotti, Irene Pivetti e Laura Bodrini. Cinque sono poi diventati presidenti della Repubblica: Giovanni Gronchi, Giovanni Leone, Sandro Pertini, Oscar Luigi Scalfaro e Giorgio Napolitano. Irene Pivetti aveva solo 31 anni quando venne eletta. Oscar Luigi Scalfaro, invece, restò in carica appena un mese. C’è poi chi, come Amintore Fanfani ha il record di elezioni, ben cinque, ma anche quelle delle dimissioni, tre. Mentre non si conoscono ancora i nomi dei successori di Laura Boldrini

Continua a leggere

Fumata nera sulle presidenze

Fumata nera alla riunione dei capigruppo. Parlamento, quindi, ancora in stand-by e tutto rimandato al prossimo incontro, nella speranza che finalmente si raggiunga un accordo fra i partiti sulle presidenze di Camera e Senato. “Il gioco dei veti e dei controveti, ahimé, ha bloccato tutto. Pensavamo ci fosse un salto di qualità, ma purtroppo non è stato così. Il Pd è sempre stato propositivo”, ha commentato Maurizio Martina al termine dell’incontro negli uffici del Movimento presso il Palazzo dei Gruppi. “Siamo andati a questo incontro

Continua a leggere

Al via la nuova legislatura, cosa succede nel centrodestra

(askanews) – Ai nastri di partenza dell’apertura della nuova legislatura il centrodestra si presenterà unito. Per dire, tra l’altro, che si può anche concedere la presidenza della Camera al M5s, ma sul numero uno di palazzo Madama la decisione è nelle mani della coalizione più votata. Il “percorso” istituzionale in vista della scadenza di venerdì, viene messo nero su bianco in un comunicato congiunto, al termine del vertice dei tre leader a palazzo Grazioli. Matteo Salvini, Giorgia Meloni e Silvio

Continua a leggere

“A noi presidenza Senato, a M5S la Camera”

Il centrodestra decide. Dal vertice a Palazzo Grazioli emerge la proposta di dare, si legge in una nota “alla coalizione vincente, il centrodestra” la possibilità di esprimere “il presidente del Senato e al primo gruppo parlamentare, il M5S” la scelta del “presidente della Camera“. Contemporaneamente verrà riconosciuto “in ciascun ramo del Parlamento un vicepresidente a ogni gruppo parlamentare che non esprima il presidente”. SALVINI, NO NOMI – “Non si fanno nomi. Abbiamo sancito un principio che offriamo a tutte le forze politiche, ciò è quanto di più democratico

Continua a leggere

Santanché: Fdi propone Meloni per presidenza Camera

“Se Matteo Salvini conferma di non volersi candidare per la presidenza di una delle due Camere, che spettano al centrodestra avendo vinto le elezioni, Fratelli d`Italia propone Giorgia Meloni per palazzo Montecitorio. La leader di FdI sarebbe perfetta per questa carica perché è una figura autorevole, responsabile, di garanzia ed è una donna. Mi sembra la soluzione più opportuna”. Lo ha affermato in una dichiarazione la parlamentare Fdi, Daniela Santanchè. “Ci aspettano settimane complicate, dovremo sciogliere molti nodi e la

Continua a leggere

“Ho sentito Salvini, la presidenza della Camera vada all’M5s” (Di Maio)

(askanews) – “Ieri, poco dopo le ore 20 ho ricevuto una telefonata da Matteo Salvini. Mi fa piacere raccontarvi cosa ci siamo detti perché voglio che tutto avvenga nella massima trasparenza”. Lo scrive il leader del Movimento cinque stelle Luigi Di Maio in un post sul Blog delle Stelle. “Ho ricordato a Salvini che il MoVimento 5 Stelle è la prima forza politica del Paese, con il 32% dei voti, pari a quasi 11 milioni di italiani che ci hanno

Continua a leggere

“A noi presidenza della Camera”

Sono iniziati questa mattina gli incontri tra i due capigruppo del M5S, Danilo Toninelli e Giulia Grillo, e gli esponenti delle altre forze politiche sulle presidenze della due Camere. “Abbiamo visto stamattina presto la Lega poi a seguire il presidente Grasso per Leu, quindi Forza Italia, abbiamo sentito la Meloni telefonicamente e poi abbiamo anche interloquito con il Pd”, ha fatto sapere Giulia Grillo sottolineando come abbiano “registrato un’apertura” sul metodo “da parte del Pd e da parte della Lega”. Ma fonti della

Continua a leggere

Franceschini: «Tutti insieme per le riforme, legge elettorale e una sola Camera»

Franceschini, e ora cosa succede? «Ho ascoltato tutta la direzione del Pd, ho ascoltato gli altri partiti, e ho guardato con una certa invidia le certezze dei vari leader dopo un terremoto come questo. La verità è che siamo in un’impasse». Come se ne esce? «Faccio una valutazione ottimistica, che con un po’ di buona volontà collettiva può diventare realistica. Una legislatura senza nessuna maggioranza di governo può apparire fallita in partenza; ma può rivelarsi la legislatura che segna la

Continua a leggere
1 2 3 113