atuttadestra.net

Il neofascista Maurizio Murelli presenta libro di Dugin su Putin

E’ polemica per la partecipazione di un esponente neofascista alla presentazione di un libro a Milano. A coordinare l’incontro sarà infatti Maurizio Murelli, oggi editore, militante del Movimento Sociale Italiano dalla fine degli anni ’60 che fu riconosciuto colpevole – insieme a Vittorio Loi – di avere lanciato le granate che uccisero il 22enne agente di polizia Antonio Marino, durante la manifestazione del 12 aprile 1973 ricordata come “il giovedì nero di Milano”. Murelli ha scontato 17 anni di carcere

Continua a leggere

Convegno di studi sulle Colonie per l’infanzia nel ventennio fascista

“Colonie per l’infanzia nel ventennio fascista. Un progetto di pedagogia del regime”, è il titolo di un convegno di studi in programma a Palazzo Romagnoli, Forlì, prganizzato dall’iIstituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea. Il tema delle colonie di vacanza è stato affrontato in Italia prevalentemente da pedagogisti e architetti e, in misura minore, da studiosi del territorio e delle relazioni fra uomo e spazio. Gli storici, fatta eccezione per alcuni riferimenti legati all’organizzazione della propaganda in studi sul regime

Continua a leggere

La guerra dimenticata del Donbass a 4 anni dal suo inizio

Il leggendario comandante della Brigata “Pyatnashka”, Oleg Mamiev, è morto in trincea a Donetsk, ucciso da una granata lanciata dall’esercito ucraino la notte tra il 17 e il 18 maggio 2018. Il gigante bruno era amato e stimato dai suoi uomini e chi lo ha conosciuto da vicino ha potuto constatarne la scrupolosità, il carattere bonario e amichevole ed il suo smisurato coraggio. Oleg era una di quelle persone rare, che sapeva mantenere la calma anche nelle situazioni più complesse

Continua a leggere

Almirante a trent’anni dalla sua morte

Giorgio Almirante, a trent’anni dalla sua scomparsa di Emilio Del Bel Belluz. Quando muore uno scrittore, si cercano istintivamente i suoi libri, si riprendono in mano, in questo modo si ha l’impressione di rivivere l’uomo che è scomparso. A trent’anni dalla morte di Giorgio Almirante non si può che ricordarlo come un grande politico che ha un posto speciale nel cuore degli italiani. Uomini come Almirante erano nati per seminare idee, lo disse anche lui, ma non per raccogliere. Possiamo dire,

Continua a leggere

Addio allo schermo? Come sta cambiando l’arte contemporanea

(askanews) – E’ stata una delle opere d’arte simbolo degli ultimi anni, premiata alla Biennale di Venezia del 2013 e poi in giro per i musei più importanti del mondo. “Grosse Fatigue” di Camille Henrot sembra per certi versi rappresentare l’opera d’arte perfetta per il mondo contemporaneo, con il suo mix di visionarietà e di enciclopedismo. Eppure quello schermo che è l’elemento costitutivo della sua narrazione, come di quelle di molti altri artisti del nostro tempo, per esempio Christian Marclay

Continua a leggere

Valloreja riceve Premio Casentino

A sei mesi esatti dall’uscita dell’ultima fatica letteraria di Lorenzo Valloreja – intitolata “AL DI LA’ DEL PREGIUDIZIO – saggio sul perché l’Italia per rinascere debba tassativamente: uscire dall’Unione Europea; uscire dall’Euro; uscire dalla Nato; allearsi alla Russia di Putin” e presentata presso il Senato della Repubblica alla presenza di diverse autorità politiche e diplomatiche – sono iniziati ad arrivare, per lo scrittore abruzzese, i primi riconoscimenti culturali. Infatti, il 02 giugno di quest’anno, presso la suggestiva abbazia di San Fedele in Poppi, provincia di Arezzo, Valloreja  riceverà

Continua a leggere

Libri. Tommaso Indelli, Odoacre. L’irruzione tribale di un uomo di guerra nel paesaggio dell’Impero

La deposizione di Romolo Augustolo, ultimo imperatore romano d’Occidente, segnò veramente la cesura tra due diverse epoche storiche, l’Antichità e il Medioevo? Cosa sopravvisse della civiltà romana, sotto l’urto dei Barbari? Il 476 d. C. è stato davvero uno spartiacque determinante nella storia della civiltà europea e dell’intero mondo Mediterraneo, oppure si tratta soltanto di un “mito” storiografico duro a morire? Può veramente parlarsi di “invasioni barbariche” e, soprattutto, la categoria interpretativa del “crollo” dell’Impero romano d’Occidente è ancora oggi

Continua a leggere

“Sono tornato”, arriva su Sky il film sul ritorno del Duce.

A pochi mesi dall’uscita nelle sale cinematografiche, Sky Cinema presenta SONO TORNATO, il film diretto da Luca Miniero (Un boss in salotto, Non c’è più religione), prodotto da Indiana Production in collaborazione con Vision Distribution, in prima tv lunedì 21 maggio alle 21.15 su Sky Cinema Uno HD e disponibile anche su Sky On Demand. Tratto dal film “ER IST WIEDER DA” diretto da Davis Wnendt, SONO TORNATO racconta il ritorno a Roma di Benito Mussolini (Massimo Popolizio, Mio fratello è figlio unico, La Grande Bellezza) dopo 80 anni dalla sua scomparsa. La guerra è finita,

Continua a leggere

l cinema era il vero chiodo fisso di Hitler (e per questo decise di distruggerlo)

Dittature? Tutta una questione di cultura. Il primo impegno di un governo che non vuole cadere al primo soffio dell’opposizione è dominare la comunicazione, organizzare gli istituti culturali, asservire a sé gli intellettuali – notoriamente, brava gente, gente pavida. In un libro pubblicato da poco per la Harvard University Press, The Nazi-Fascist New Order for European Culture (pp.370, $ 39.95), Benjamin G. Martin, incarnazione del ricercatore globetrotter (laureato alla Columbia, insegna a Stoccolma), espone questa tesi: il “patto” tra Fascismo e Nazismo fu essenzialmente culturale. D’altronde, i rispettivi leader, Hitler da

Continua a leggere

“Nessun dolore, una storia di CasaPound” di Domenico Di Tullio

Puoi sentire i colpi di chitarra, il ritmo della batteria e la voce roca del cantante; puoi sentire suoni ed ascoltare parole mentre quelle stesse parole diventano storie, raccontano fatti, come nessuno prima li ha mai narrati. “Nessun dolore, una storia di CasaPound” è in realtà la Storia, della nascita, della crescita e dell’affermazione di quello che dodici ragazzi costituirono come associazione nel 2008. In continuità con l’esperienza della prima occupazione di uno stabile nel 2003, e sempre attorno al gruppo degli Zetazeroalfa e

Continua a leggere
1 2 3 169