atuttadestra.net

SIAMO ORGOGLIOSI DI ESSERE MILITARI ITALIANI

Ennesima tragedia che si consuma e che vede come protagonista aimè un altro collega. Tutti pensano che la presenza dei militari italiani in questi posti non sia importante e magari c’è la voglia di andar via. Spiegare il significato di cosa vuol dire essere militari è molto complicato per chi non fa parte del nostro mondo…Indossare la divisa con le stellette è motivo di orgoglio, vuol dire identificarsi con tantissimi valori che purtroppo in molti casi latitano nel mondo civile.

Vuol dire operare all’estero e in territorio nazionale e sfidare la vita con sapevoli del fatto di essere sul posto per donare un sorriso, donare sicurezza e tranquillità. Non c’è gratificazione più bella di quando si arriva in qualsiasi posto e i bambini o la popolazione ti accoglie con un sorriso. Essere italiani all’estero è un valore aggiunto, veniamo visti in modo differente da altri contingenti. Abbiamo la consapevolezza di fare del bene e questo le persone lo avvertono. Il militare non ha solo il fucile, opera con il sorriso e dispensa carezze a chi soffre, mette a disposizione le attrezzature logistiche mancanti.

Un’aspirina, un po’ d’acqua e un piccolo pasto o anche una coperta, tutto ciò che per noi sembra superfluo per loro è essenziale. All’estero le forze Armate operano nel massimo dell’efficienza, altissima professionalità ma soprattutto con amore senza risparmiarsi. E’ per questo che se voi domandaste ad un qualsiasi appartenente delle Forze Armate al suo ritorno in Patria vi risponderà: se potessi tornerei subito indietro…

A prescindere dagli impegni internazionali che vedono coinvolto il nostro Paese, noi siamo orgogliosi di essere presenti, di indossare la divisa e di commuoverci la sera durante la cerimonia dell’ammaina Bandiera. Siamo orgogliosi di essere Militari Italiani.

 Coordinare Albiano Magra Aulla

Il militare Arturo Demetrio

Un commento

  • Milite 2301

    Essere MILITARE dovrebbe essere un valore in sé.
    Un valore senza casta, senza reddito, senza privilegi o compiti di prestigio.
    Ogni MILITARE dovrebbe riconoscersi in ogni altro militare, ugualmente degno di rispetto e ugualmente rispondente a dei doveri.

    Oggi purtroppo nei più giovani, come in alcuni “poveracci” di anziani, ormai prossimi alla pensione, il valore di essere MILITARE viene meno, sostituito dal POSTO FISSO, dallo Stipendio senza sé e senza ma, dal relativo tempo libero.

    Oggi purtroppo essere MILITARE è una Libera Interpretazione ed i doveri attinenti al grado, sono solo riconducibili ad interessi personali.

    Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.