atuttadestra.net

Se Salvini va all’opposizione del Divino…

Da una notizia di stampa riportata con molta enfasi su quasi tutti i giornali di opposizione all’attuale Governo ed in particolare a quella parte del Governo impersonata dall’attuale Ministro degli Interni, sembra che il settimanale Famiglia Cristiana abbia paragonato il Salvini a l’oppositore del “Divino”, come si può evincere da titoli come quello nel riquadro e reperibile nel link riportato.
Famiglia Cristiana: “Vade retro Salvini”. Lui replica: ”Non merito accostamento a Satana”.
Mercoledì, 25 Luglio 2018 Fanpage ( https://www.fanpage.it/famiglia-cristiana-vade-retro-salvini-lui-replica-non-merito-accostamento-a-satana/ )
Sic stantibus vessata questio, anche a me che vivo e vegeto in questa landa politicamente desolata di Bisceglie, mi sorge la domanda: “a quale titolo Famiglia Cristiana fa certe affermazioni?”
Se lo fa a titolo di ‘movimento politico’ di ispirazione cattolica, deve spiegare agli Italiani (quelli che ancora sentono amor di patria e sentimenti di difesa verso la propia famiglia che in essa vive) con quale simbolo ha partecipato all’agone elettorale ed in che misura ha diritto a poter dire la sua pur dicordante parola come giustamente fanno quelli che sono stati trombati dagli elettori.
Se lo fa quale voce della ‘chiesa cattolica’, vorrei ricordare loro che non sono questi gli insegnamenti del Cristo a cui dicono di ispirarsi, in quanto Egli disse di rimanere neutrali in relazione agli affari di questo mondo (vedi il vangelo di Giovanni capitolo 18 verso 36: ‘… il mio regno non è di questo mondo; se il mio regno fosse di questo mondo, i miei servitori avrebbero combattuto [per me], ma il mio regno non è di quaggiù.’ … ed ancora in Matteo capitolo 22 verso 21 aggiunge: ‘… rendete dunque a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio’ Non sono un teologo, ma penso che non serve scienza caprina per capire che il Cristo stesse dicendo di tenere separata la Fede dalla Politica, lasciando agli addeti ai lavori della religione di non interferire con le scelte politiche dei Governi, i quali lavorano (o così dovrebbe essere) per il bene comune della collettività ove il ‘cristiano’ si trova a vivere.
Se lo fa, ancora peggio, a nome del Vaticano, vorrei ricordare agli editori di Famiglia Cristiana che questi è uno stato sovrano che, a quanto mi risulta, non fa parte della UE e pertanto non dovrebbe fare ingerenze nel modo di agire del Governo Italiano allo stesso modo che l’Italia non interagisce nel governo e nella nomina dei gerarchi vaticani. Se invece, per arcani divini imperi, ne dovesse far parte, allora si prendesse in casa sua la quota di migranti in proporzione alle sue ricchezze e possibilità di gestire assistenza diretta senza chiedere che altri se ne facciano carico-
Vorrei anche precisare che, Famiglia Cristiana, è un settimanale che esce in Italia e soggiace alle leggi editoriali italiane, per cui potrebbe essere denunciata per villipendio a mezzo stampa di un Ministro Italiano. Salvini certamente non lo farà per non essere accusato di ‘persecuzione fascista’ (essendo, come asseriva sino a poco tempo fa, di destra) , ma son certo che il popolo sa giudicare ed agire di conseguenza nei tempi e nei luoghi previsti.
Anche i biscegliesi vogliono capire, anche perchè la parabola del buon samaritano insegna ad aiutare il misero nella misura possibile ed a livello individuale, non a livello collettivo. Siamo certi che questo scritto può dare un contributo per un confronto pacato su questo argomento.
Il Pretoriano

Un commento

  • Mirella

    “Vade retro satana” sarebbe ottimo con la faccia del prete pedofilo, che abusa della bimba la cui famiglia disagiata viene “aiutata” dallo schifiso …
    Ne hanno di volti da pescare, in casa loro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.