atuttadestra.net

È morto “Bellocchio” appassionato di politica, giornali e letture

SASSOFORTINO. Si è spento a Sassofortino Franco Buccelli (Neri all’anagrafe), da tutti conosciuto come “Bellocchio”.

I Buccelli di Sassofortino, insieme ai Biagioni di Roccastrada, sono le famiglie che hanno fatto la storia della Destra locale.

Neri, classe 1927, proprio oggi avrebbe compiuto 91 anni.

Era nato in Libia, per l’esattezza in Tripolitania. Era figlio di un dipendente del Ministero del Tesoro vicino ai vertici fascisti. Dopo aver trascorso l’infanzia e l’adolescenza tra Tripoli e Roma si era arruolato giovanissimo – come volontario – nella Repubblica sociale italiana, entrando a far parte della Guardia Nazionale. Nel dopoguerra Romano Mussolini lo aveva coinvolto nella sua casa editrice, dove era rimasto a lavorare fino alla pensione.

In vecchiaia aveva scelto di tornare a Sassofortino, il paese natale del padre, continuando la militanza nei partiti della Destra. Con svolta di Fiuggi e la nascita di Alleanza Nazionale era rimasto fedele a Pino Rauti, convinto fin da subito che Gianfranco Fini avrebbe portato la Destra italiana alla deriva. Dopo la fine della Fiamma Tricolore simpatizzò per Teodoro Bontempo e la Destra di Storace. Personaggio di rilievo, accanito lettore dei quotidiani, a partire dal Tirreno, in paese era un’istituzione, un uomo benvoluto da tutti.

Incline alla battuta e al dialogo, un talento nell’assegnare

soprannomi, non aveva perso l’accento romanesco. È stato cremato a Livorno. Molti gli attestati di vicinanza e cordoglio giunti ai familiari da associazioni e partiti della Destra. Condoglianze anche dalla redazione di Grosseto del Tirreno. —

 

 

 

fonte: http://iltirreno.gelocal.it/grosseto/cronaca/2018/07/20/news/e-morto-bellocchio-appassionato-di-politica-giornali-e-letture-1.17078449

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.