atuttadestra.net

Fondazione FS Italiane: successo per l’apertura al pubblico dell’antica cabina ACE di Roma Termini

Aperta ieri al pubblico per la prima volta, in occasione del VII edizione di Open House Roma, l’evento annuale che consente di visitare centinaia di edifici di notevole pregio architettonico normalmente chiusi, l’antica Cabina ACE (Apparato Centrale Elettrico), la torre di controllo che regolava la circolazione ferroviaria a Roma Termini.

Oltre 40 metri di lunghezza, grandi schermi luminosi, 730 levette e una vista mozzafiato sulla stazione: un capolavoro di elettromeccanica realizzata negli anni ‘30 e in funzione per oltre 60 anni.

La visita, organizzata grazie all’impegno della Fondazione FS, ha riscosso un grande successo. E’ stata divisa in due momenti, uno dedicato alla cabina e uno riservato al suo “clone”, un bunker sotterraneo realizzato sotto ai binari, fatto costruire da Mussolini nel 1936 in previsione della seconda guerra mondiale.

Per gestire il movimento dei treni squadre di oltre 60 ferrovieri salivano ogni giorno a circa 20 metri di altezza, nella torre, si posizionavano ognuno davanti alle proprie “leve” e attendevano gli ordini del “capo stazione” che come un direttore d’orchestra li dirigeva per preparare il corretto tracciato dei binari.

Ma al suonar delle sirene, che annunciavano un imminente attacco aereo, tutta la squadra correva giù nel bunker, a dieci metri di profondità, venivano chiuse ermeticamente le porte “antigas” dietro le loro spalle e lì si rimaneva fino al cessato pericolo.

Non c’era tempo per la paura, bisognava resistere perché uno solo era l’obiettivo: garantire la circolazione dei treni.

A suscitare la curiosità dei tanti visitatori appassionati di archeologia industriale è stata, in particolare, la complessità e l’imponenza delle apparecchiature, nonché l’elevato livello tecnologico delle stesse che, per l’epoca in cui furono realizzate, rendeva il sistema di gestione del traffico ferroviario in Italia uno dei più sicuri ed efficienti al mondo.

Per gli appassionati e studiosi di storia e cultura ferroviaria, dallo scorso dicembre è on line il sito internet archiviofondazionefs.it, che contiene centinaia di disegni, foto, video, orari ferroviari in formato digitale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.