atuttadestra.net

analizziamo il voto “fascista” ??

Beh,visto che da nessuna parte ho visto e sentito analisi e discussioni specifiche sul voto ai “fascisti” di Casa Pound e Forza Nuova,mi lancio spericolatamente io nell’impresa..con una necessaria premessa : ho votato per entrambe (tra senato e camera) per non far torto a nessuno dei due “partiti” di area ed in nome della solidarietà dovuta a quanti rischiano ogni giorno pure fisicamente per una “Idea”,pur se con programmi e posizioni differenti tra loro (e pure con le mie).
Quanti hanno la bontà di seguirmi sulle testate che mi ospitano (in nome del pluralismo e senza necessariamente condividere il contenuto), sui social (Facebook mi ha appena “bloccato” per un mese) e direttamente via wathsapp..sanno benissimo come il sottoscritto abbia messo faccia e nome per lo astensionismo,per oltre 30 anni e fino a giorno 4 marzo scorso.
Per motivi dovuti alla passata esperienza con il MSI,con il tentativo (molto complesso ed ambiguo per i non addetti ai lavori) fallito di Democrazia Nazionale e pure con la attività nei gruppi,gruppetti e movimenti extraparlamentari degli “anni di piombo”.
Nonché,nei decenni successivi, con una presenza sindacale “alternativa” sempre combattuta (a fianco di Camerati di prim’ordine) contro un sistema di potere fatto di leggi,lacciuoli e tagliole elettorali con “sbarramenti” messi apposta dai vari governi (pure di centrodestra) per arginare qualunque vera opposizione nel mondo del lavoro..
e che,aggiungo per i tantissimi che non lo sanno,come fine ultimo aveva il fine di trasformarsi in movimento politico-sindacale sul modello peronista.
Passato remoto o trapassato ?? Si,almeno per quanti successivamente a capo dei gruppuscoli di area formatisi alle spalle e con l’appoggio dei vari satrapi finiani di AN che,per anni, hanno tenuto il moccolo sostanzialmente a Fini e Berlusconi, ricoprendo così anche incarichi parlamentari.
Fin quando,per motivi a me sconosciuti o per resipiscienza “ideologica”, hanno ripreso la strada della autonomia politica unita alla coraggiosa capacità di presenza nelle strade e nelle piazze…dividendosi,ancora una volta, tra di loro (costante da sempre del “nostro” ambiente) e “correndo” separati pure in elezioni politiche senza speranza come le ultime.
Già, senza speranza alcuna di superare lo sbarramento del 3% sia perché la frantumazione e la mancanza di una guida unica carismatica si sono palesate pure questa volta (senza offesa per nessuno), e perché erano prevedibili due fattori “storici” :
lo scatenarsi della canea antifascista ed il rafforzarsi di uno schieramento di fighetti finti oppositori del sistema,guidati da furboni di tre cotte,messi lì ad arginare ed incanalare il fortissimo malessere di milioni di italiani verso “soluzioni istituzionali” e non rivoluzionarie o (quantomeno) di opposizione “reale”.
Risultato ?? Pragmaticamente (a mio vedere) : cumulando 438.000 voti e l’ 1,27% dello elettorato attivo hanno dimostrato,alla “loro” opinione pubblica che il “pericolo fascista” non esiste e che elettoralmente il popolo ha respinto programmi e tesi (che non hanno permesso a Casa Pound e Forza Nuova di esporre mediaticamente) di pochi,violenti nostalgici del bieco passato.
È stato quindi un errore scegliere la “via parlamentare” ?? A mio modestissimo (ma non solitario) parere,sicuramente si..uno spreco di risorse e materiale umano che non ha avuto alcun ritorno pratico,neppure propagandistico..visto che comizi, iniziative e banchetti (pure ostacolati),in tempo di elezioni si confondono nel mare degli altri.
Però,se i responsabili dei movimenti e partiti di cui sopra ritengono sia la strada giusta per acquisire visibilità e consenso, almeno riunifichino le proprie forze attivistiche,organizzative e pure elettorali (chiamiamole così)..in questo senso 438.000 voti e l’1,27 di percentuale potrebbero portare in un lontanissimo futuro a superare uno sbarramento…
Sempre che,allora,non venga poi portato al 10% o che,qualora si profilasse uno schieramento davvero “fascista”, qualunque governo del regime partitocratico non ci sbattesse preventivamente in galera..vecchi,giovani e pure lattanti !!
Vincenzo Mannello

Un commento

  • dextrus

    Totalmente d’accordo, salvo su un punto: finiamola di invocare guide carismatiche! Il leader emerge quando esiste un popolo che lo esprime.
    La nostra Area è formata da gente che gode da vent’anni a stare da separati in casa, quindi non può emergere nulla di buono.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.