atuttadestra.net

Verona, militante di Casapound all’ospedale

Un militante veronese di Casa Pound è finito in ospedale per un colpo alla testa e dimesso con una prognosi di 8 giorni. L’episodio è avvenuto venerdì notte, attorno all’una: ultimo atto di una faida tra destra estrema e sinistra antagonista, dopo che a giugno Casa Pound ha aperto una sede nel cuore di Veronetta, territorio storicamente di sinistra. Le versioni sull’accaduto – riporta Angiola Petronio sul Corriere di Verona a pagina 15 – sono discordanti, ma da una prima ricostruzione l’attivista colpito dai pugni avrebbe reagito a degli insulti e a degli sputi partiti da una decina di militanti della sinistra.

Da quando ha aperto la nuova sede di Casa Pound, gli episodi di violenza tra rossi e neri si sono susseguiti: il primo a ridosso dell’inaugurazione, quando tre ragazzi hanno raccontato di essere stati aggrediti da un gruppo di militanti di destra, uno dei quali amato di coltello. Quattro giorni dopo altri due ragazzisarebbero stati inseguiti da alcuni neofascisti. Ancora, a luglio del 12 luglio tre esponenti dei collettivi inseguiti, minacciati, insultati e colpiti con un casco «da due corpulenti militanti di CasaPound». Fino al 23 settembre, quando al termine di un concerto tre ragazzi sono stati aggrediti a cinghiate e bottigliate.

(Ph. Ansa / Franco Silvi)

 

fonte: https://www.vvox.it/2017/11/12/verona-militante-casapound-allospedale/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.