atuttadestra.net

Battisti: “Lotta armata è stata un suicidio”

Faccio autocritica sull’uso della lotta armata. E’ stato un suicidio. E’ stata una cosa che non poteva dare risultati buoni per nessuno”. Così Cesare Battisti intervistato in esclusiva dal Gr1 da Cananéia da dove attende il pronunciamento rinviato alla prossima settimana sulla richiesta di Habeas Corpus presentata dai suoi legali.

Come si può essere soddisfatti o fieri di tanta violenza, tanti omicidi e tanto sangue da una parte o dall’altra”, afferma e aggiunge: “E’ chiaro che ho compassione per le vittime. Ho 62 anni, ho dei figli e sono nonno”.

Battisti non nega di aver fatto parte di questa guerra, “ma fortunatamente – sostiene – ne sono uscito prima che cominciassero gli omicidi nel mio gruppo”. Il pentimento riguarda anche il periodo in cui ha fatto parte dei Proletari Armati per il Comunismo perché, afferma ancora Battisti, “anche indirettamente ho partecipato a delle idee che hanno portato a una follia, a un delirio, a una strada senza uscita”.

In ogni caso, tornando ad accusare l’Italia, “si stanno inventando un personaggio che non esiste. Mi stanno trattando come uno di quei capi che oggi dovrebbero avere 80 anni e anche così non c’è stata tutta questa violenza che loro dicono”. E al giornalista che gli ricorda la condanna all’ergastolo dei tribunali italiani per quattro omicidi, due commessi materialmente e due in concorso, tra cui quello del gioielliere Pierluigi Torreggiani, risponde: “Io ho lettere di Alberto Torreggiani dove lui dice testualmente che non ha nessun dubbio sul fatto che io non ho nulla a che vedere con la morte del padre”.

Tornato in libertà, seppure con qualche vincolo, Battisti afferma che in Brasile è “stato accettato da tutti, tutti mi vogliono bene e si occupano di me”. Tuttavia “mi manca molto l’Italia”. “Forse ci tornerò in vacanza, così per rivedere i posti”, conclude. (adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.