atuttadestra.net

Parla Cesare Battisti: “Non stavo fuggendo”

Cesare Battisti nega di aver tentato di fuggire dal Brasile perché prossimo ad essere estradato verso l’Italia. “Non sono un rifugiato politico. Sono un immigrato con visto permanente nel Paese. Posso lasciare questo Paese, quando e come voglio. Non ho alcuna restrizione“, ha detto in un’intervista a ‘TV Tribuna’, emittente affiliata a ‘TV Globo’.

“Questo è il Paese dove sono protetto”, ha detto parlando dalla sua abitazione di Cananeia, sul litorale di San Paolo, “non è vero quello che si dice, che non avevo il diritto di lasciare il Paese”.

DECRETO LULA – Battisti ha ribadito di avere “tutti i diritti di un cittadino brasiliano” e ha quindi respinto l’ipotesi di una sua estradizione verso l’Italia. “Il decreto di Lula – ha detto – non può essere abrogato. Dopo cinque anni non può essere revocato”.

SCARCERAZIONE – Battisti era stato arrestato la scorsa settimana al confine tra Brasile e Bolivia con l’accusa di aver tentato di esportare una quantità di valuta non consentita. Venerdì, il giudice Jose Marcos Lunardelli del Tribunale regionale federale ha disposto la sua scarcerazione.

TORREGIANI – ”Guardando i suoi occhi, guardando lo sguardo, è beffardo, è menefreghista, è assolutamente contro ogni morale” dice Alberto Torregiani, figlio del gioielliere ucciso nel 1979 durante una rapina, commentando la foto di Battisti in aeroporto, dopo la recente scarcerazione, mentre alza il calice di birra verso i fotografi.

DUE ERGASTOLI – ”Sta dimostrando che non ha sentimenti e che di tutta questa storia lui se ne fotte, scusatemi il termine, sono un po’ più crudo ultimamente ma a volte bisogna tirare fuori le parole corrette perché certi personaggi devono essere etichettati per quello che sono. Lui non è un ex terrorista, lui è un terrorista, è un criminale, ha due ergastoli ma si e fatto una vita accomodante, anche appoggiato da tanti amici di cui non sappiamo neanche i volti”. E aggiunge: ‘E’è ora che paghi la sua pena”.

ESTRADIZIONE – In merito alla possibile estradizione, Torregiani poi dice: ”Oggi siamo un po’ più fiduciosi, abbiamo un presidente (brasiliano, ndr) più vicino alle nostre democrazie”. (adnkronos)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.