Pubblicato il: 12 agosto 2017 alle 9:30 am

Forza Nuova si mobilita a Barletta: «Dignità ai contadini italiani»

In questa sordità perenne comincia a prendere forma l’azione di Forza Nuova, SINLAI (Sindacato Nazionale Lavoratori Italiani) e del comitato Contadini in Marcia. Nella notte, in un blitz simultaneo, sono stati affissi degli striscioni a Bari, nei pressi del Consiglio Regionale, e a Barletta ed Andria nei pressi degli uffici della Provincia della BAT, con la frese: “Dignità ai contadini! Emiliano muoviti!”.

«Difatti, nonostante le proteste dei contadini del Basso Tavoliere, in primis San Ferdinando di Puglia, in merito alla situazione economica e sociale deprecabile in cui vivono, le istituzioni politiche e sociali, nella persona del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e di Leonardo Di Gioia e Sebastiano Leo, rispettivamente Assessore Regionale all’Agricoltura e Assessore Regionale per Formazione e Lavoro, rimangono silenti, indifferenti, menefreghiste alle richieste sacrosante di questi lavoratori italiani» si legge nella nota congiunta diffusa da Forza Nuova Puglia e SINLAI.

«A ciò si aggiunge l’inettitudine, l’incapacità, l’inutilità dei soliti sindacati di sistema. Basta vedere la reazione gelosa, illogica, inutile ed ironica della CGIL locale, che solo ora si sveglia e cerca inutilmente di inseguire la lotta di Forza Nuova, Contadini in Marcia e SINLAI. Difatti sono recenti le dichiarazioni di questi “svogliati dormiglioni” che all’indomani della raccolta firme di Forza Nuova a San Ferdinando simulano a chiacchiere un tavolino di Trattative per il contratto provinciale degli operatori agricoli, che a quanto pare non esiste ancora nella provincia della BAT dopo anni di vuoto. Interessanti sono state le inutili dichiarazioni di facciata, sui giornali, di sindacalisti che la piazza dei braccianti e contadini non ha mai visto né protestare con loro né lavorare con loro. Ci riferiamo alla dichiarazioni in combinato di Gaetano Riglietti (segretario generale Flai Cgil Bat) e di Giuseppe Deleonardis (segretario generale Cgil Bat) che il 3 Agosto, a detta loro, avrebbero sicuramente strappato alle associazioni datoriali un nuovo contratto provinciale di lavoro, con salari più equi. Bene, oggi ci chiediamo e chiediamo alla CGIL, dov’è questo millantato nuovo contratto di lavoro?

Senza poi dimenticare che lo stesso Deleonardis, anziché pensare al bene dei lavoratori, attaccava i “Fascisti” di Forza Nuova per le Passeggiate per la Sicurezza vicino la Stazione di Barletta e nel Quartiere Ferrovia a Foggia. Di conseguenza non ci resta che pensare che la CGIL nella BAT non esiste, e se esiste è solo per criticare e attaccare mediaticamente ed inutilmente le azioni e le attività militanti di Forza Nuova, ora insieme a SINLAI e Contadini in Marcia, senza mai veramente pensare al bene dei lavoratori, anzi, tramando alle loro spalle, intralciando le loro proteste, bloccando le loro richieste legittime.

Ancora una volta torniamo a ribadire che non ci fermeremo finché non verranno raggiunti i risultati da noi prefissati. La lotta continua finché le istituzioni non ci ascolteranno, finché non venga restituita dignità ai contadini e ai braccianti italiani. Avanti».

Leave a Reply

Advertisement

TENIAMOCI IN CONTATTO

Il sito “A tutta Destra” è pubblicato dall’Associazione non lucrativa socio-culturale “AGORA’ NEWS” – C.F./P.I. 92063900721. Registrazione presso l’Ufficio del Registro del Tribunale di Trani al numero 03/10 del 03/02/2010. | Atuttadestra WordPress™ Powered by Antonio Valls. Qualsiasi disputa legale avrà quale foro competente il TRIBUNALE DI TRANI, anche a livello internazionale.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.