Pubblicato il: 20 marzo 2017 alle 6:10 pm

BUONASORTE (MNS): “PARTE OGGI A ROMA RACCOLTA FIRME PER LEGGE SU LEGITTIMA DIFESA”

download“A furia di porgere l’altra guancia ci massacrano di botte, quando va bene. Perché se poco poco provi a reagire arriva pure la pistolettata. Sembra un film dell’orrore quello al quale assistiamo ogni giorno nel nostro Paese, stretto tra una decadenza morale senza precedenti e una criminalità diffusa ad ogni livello. Un tempo erano i delinquenti, spesso braccati, a dover dormire con la rivoltella sotto il cuscino, oggi-nell’Italia progressista che coccola immigrati e farabutti-è l’imprenditore a dover garantire la sicurezza della sua azienda e quella della propria famiglia. Deve farsi giustizia colui che dopo una vita di sacrifici è riuscito a finire i lavori della sua casa che si trova isolata in campagna, deve ricorrere al “fai da te” il ristoratore che rischia la pelle per avere nel portafogli poche centinaia di euro frutto del magro incasso giornaliero, deve “attrezzarsi” persino l’anziano nonno che deve proteggere i nipotini affidatigli perché i genitori devono alzarsi presto per recarsi al lavoro. È che va alla rovescia, ove ad essere processato è sempre il poliziotto e quasi mai il ladro; dove si tollera chi sfascia vetrine e mette le città a ferro e fuoco e si persegue il debitore di Equitalia che per sfuggire ad un fisco assassino arriva fino al suicidio; è l’Italia dove un insegnante rischia il processo se con l’alunno maleducato usa toni un po’ forti mentre un tempo, quando il discolo tornava a casa, dal genitore prendeva il resto… La misura è ormai colma, così come sono sempre più ridicoli quei talk show televisivi che servono solo ad esasperare gli animi quando invece, le battaglie vere, andrebbero fatte in Parlamento e non davanti le telecamere solo per accattare qualche voto in più. E siccome gli esponenti del Movimento Nazionale per la Sovranità non siedono in Parlamento da quasi dieci anni, e presenze in TV davvero pochine, abbiamo deciso di scendere in piazza. Ma in piazza non ci saremo soltanto sabato prossimo a Roma al grande corteo popolare che a partire dalle ore 15 si muoverà da Santa Maria Maggiore per contestare questa Europa sempre più schifosa, in piazza ci saremo a partire da oggi-l’appuntamento è dalle ore 10 in poi a Largo Goldoni a Roma e dalle 15 a piazza Esquilino-per la raccolta firme, che faremo in tutta Italia, per sostenere la proposta di legge di iniziativa popolare sulla legittima difesa. Al pari di previsioni normative già presenti in Germania, Austria, Francia, Spagna e Belgio, solo per citarne alcune, si è inteso stabilire tre principi assoluti. Anzitutto la perfetta “proporzionalità” fra offesa e difesa così come oggi richiesta, deve invece tenere conto dello stato psicologico del reagente che non è messo in condizione di ponderare in maniera puntuale la forza della sua risposta se crede di essere in pericolo di vita e deve reagire in pochi attimi. Poi gli strumenti, gli oggetti ed eventualmente le armi adoperate da chi si difende non devono essere giudicate, nell’apprezzamento del giudice, come sproporzionate se il reagente non ha altro con cui difendersi da un pericolo certo e violento alla incolumità fisica. Ed infine la difesa domestica deve considerarsi sempre lecita contro chi si introduce illegalmente e clandestinamente nella dimora del reagente. Non è né populismo né becero giustizialismo, è semplicemente la voglia di tornare padroni in casa, liberi, sereni, ad ogni costo. Perché di fronte al pericolo la difesa è sempre legittima”.

Lo scrive su Il Giornale d’Italia Roberto Buonasorte, responsabile organizzativo nazionale del Movimento Nazionale per la Sovranità.

Leave a Reply

Advertisement

TENIAMOCI IN CONTATTO

Il sito “A tutta Destra” è pubblicato dall’Associazione non lucrativa socio-culturale “AGORA’ NEWS” – C.F./P.I. 92063900721. Registrazione presso l’Ufficio del Registro del Tribunale di Trani al numero 03/10 del 03/02/2010. | Atuttadestra WordPress™ Powered by Antonio Valls. Qualsiasi disputa legale avrà quale foro competente il TRIBUNALE DI TRANI, anche a livello internazionale.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.