Pubblicato il: 16 febbraio 2017 alle 7:30 pm

Al liceo “Simoncelli” di Sora le foibe dividono: scontro sulla storia

49851_6txn1nvSettanta anni passati invano. Una contrapposizione d’altri tempi, forse poco rispettosa delle migliaia di vittime italiane nelle foibe si è verificata nel liceo classico “Vincenzo Simoncelli” di Sora nella ricorrenza del Giorno del Ricordo, istituito nel 2004 dal Parlamento Italiano.

Nel prestigioso liceo sorano era stata organizzata una manifestazione in ricordo di quei tragici eventi ma non tutto è filato nel verso giusto, anzi. Sono volate accuse furibonde, proseguite anche sui social network. Da una parte gli organizzatori, a rivendicare il diritto alla celebrazione del Giornata del Ricordo, dall’altra alcuni professori a evidenziare una “politicizzazione fascista dell’evento”. Il movimento politico di Forza Nuova stigmatizza il comportamento di chi ha interrotto «una conferenza autorizzata dal dirigente scolastico», organizzata per «ricordare le foibe, l’eccidio di decine di migliaia di italiani e il successivo esodo di centinaia di migliaia di istriano-dalmati dalle loro terre».

Durante le discussioni sono state fatte togliere le bandiere di Istria e Dalmazia e lo striscione che recitava: “Loro unica colpa essere italiani”. Il responsabile cittadino di Forza Nuova, Francesco Mantova, evidenzia con amarezza che «la tanto millantata e osannata memoria condivisa sembra scontrarsi con muri insormontabili quando, dinanzi, viene a trovarsi l’ignoranza e la faziosa negazione dell’innegabile». Al di là delle prese di posizione e delle conseguenze che comunque avrà l’episodio, resta solo da chiedersi per quanto ancorasi dovrà aspettare per registrare un «comune sentire» su quanto avvenuto.

Sul caso è intervenuto anche il consigliere provinciale di Forza Italia e presidente della XV Comunità montana di Arce, Gianluca Quadrini: «La manifestazione apartitica e apolitica è stata interrotta dalla protesta di due insegnanti del liceo sorano contrarie all’evento, che hanno minacciato l’intervento della polizia oltre che punire gli alunni che presenziavano la riunione con note disciplinari. Il comportamento delle due insegnanti lede i principi di democrazia. È un gesto inammissibile e da condannare. Quando qualcuno vuole trasformare il tema delle Foibe in un argomento di battaglia politica, questo atteggiamento va condannato con fermezza».

Quadrini ha scritto anche al Presidente della Repubblica, al Presidente del Consiglio e ai presidenti di Camera e Senato.

– See more at: http://www.ciociariaoggi.it/news/attualita/49851/al-liceo-simoncelli-le-foibe-dividonoa-scontro-sulla-storia#sthash.Dd6WD7Gx.dpuf

Leave a Reply

Advertisement

TENIAMOCI IN CONTATTO

Il sito “A tutta Destra” è pubblicato dall’Associazione non lucrativa socio-culturale “AGORA’ NEWS” – C.F./P.I. 92063900721. Registrazione presso l’Ufficio del Registro del Tribunale di Trani al numero 03/10 del 03/02/2010. | Atuttadestra WordPress™ Powered by Antonio Valls. Qualsiasi disputa legale avrà quale foro competente il TRIBUNALE DI TRANI, anche a livello internazionale.
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L’autore del blog non è responsabile del contenuto dei commenti ai post, nè del contenuto dei siti linkati.
Alcuni testi o immagini inseriti in questo blog sono tratti da internet e, pertanto, considerati di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d’autore, vogliate comunicarlo via email.
Saranno immediatamente rimossi.