atuttadestra.net

Azione contro la massoneria a Rimini da parte di Forza Nuova

forzanuva2RIMINI – La sezione forzanovista riminese, nella giornata di domenica 7
aprile, ha svolto un sit-in di protesta contro il congresso nazionale dei
massoni del “Grande Oriente d’Italia” di fronte al Palacongressi di Rimini
in
via della Fiera.
La Grande Loggia si è incontrata a Rimini dal 5 al 7 aprile per un mega
raduno
dal titolo “‘Liberi di costruire. Responsabilità, partecipazione e
rinnovamento”. Tra i presenti anche Alessandro Cecchi Paone, Aldo Masullo e
Antonio Baldassarre. Almeno 3 mila massoni sono arrivati sulla riviera
romagnola per l’appuntamento annuale che riunisce gli affiliati all’
organizzazione di Palazzo Giustiniani e che quest’anno prevede l’elezione
del
successore del Gran Maestro Gustavo Raffi, avvocato di Ravenna che terminer
il
suo mandato l’anno prossimo ed accusato di essere coinvolto nello scandalo
MpS
in quanto consulente legale della banca in passato.
Ottaviani Mirco, responsabile provinciale per Forza Nuova sul territorio
riminese, dichiara “Crediamo sia doveroso, per chi come noi di Forza Nuova
ha
posto come uno dei suoi punti fondanti la lotta alle sette segrete e alla
massoneria illuminata e relativista, manifestare contro questo vero e
proprio
cancro della nostra Europa che nei secoli ha corroso e indebolito l’identit
e
la tradizione dei nostri popoli. Non è la prima e non sarà l’ultima
iniziativa
che Forza Nuova metterà in atto per informare la gente sul vero scopi di
queste
organizzazioni filantropiche e per contrastarne l’espansione”.
I forzanovisti si sono poi spostati sulle dichiarazioni di Giuliano di
Bernardo, ex gran maestro del Grande oriente d’Italia e fondatore della Gran
loggia Regolare d’Italia, che giorni fa ha dichiarato di avere votato per il
Movimento 5 stelle in quanto le visioni di Casaleggio e del gran capo
massone
sono molto simili.
“Questa non è che l’ennesimo colpo di scena – spiega il responsabile – che
la
dice lunga sulla fenomenologia di Grillo, sul trasferimento del credo di
Casaleggio in politica attiva e sui numerosi aspetti dell’implosione del
fenomeno 5 Stelle”. Durante la manifestazione è stato dunque srotolato uno
striscione recante la scritta “Movimento 5 stelle, dalla rete al tempio” a
sottolineare come, mentre da una parte si predicano la democrazia e la
trasparenza in rete, dall’altra sono tante le manovre e gli aspetti oscuri
del
movimento di Grillo.
La manifestazione ha visto anche la partecipazione di una delegazione di
giovani appartenenti a Lotta Studentesca, movimento giovanile di Forza
Nuova,
che contestavano la presenza al congresso dell’Ordine di DeMolay,
associazione
internazione per ragazzi tra i 12 e i 21 anni che ha come suo unico
obiettivo
quello di fare dei suoi giovani dei buoni futuri massoni.

Un commento

  • Cristina Ciccarelli

    Non appartengo a nessuno schieramento politico ma odio la massoneria perché non è mai stata trasparente ed accuso anche chi non ha mai avuto coraggio di denunciare una rete di meri dementi menti mentecatte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.