FIGLIA ALMIRANTE, ALEMANNO NON C’ENTRA NULLA CON MIO PADRE

«Se c’e una cosa che ho imparato da mio padre è questa: nella mia famiglia per le poltrone e le prebende garantite della politica proviamo solo disgusto. Mi spiace che il sindaco Alemanno non l’abbia capito». È quanto afferma al Fatto quotidiano, Giuliana de Medici, figlia di Giorgio Almirante il cui nome era circolato per un posto di assessore a Roma.

«Mi sono meravigliata – racconta De Medici – che solo un’ora prima dell’annuncio del nuovo assessore, il sindaco mi chiamasse per dirmi che c’era una preclusione sul mio nome », «prima di tutto politica perchè l’ex azzurro Antoniozzi chiedeva che per liberare il posto fosse nominato uno della sua corrente».

«Da parte mia», continua la figlia dell’ex leader dell’Msi, «ho detto ad Alemanno che ero dispiaciuta per la discriminazione che si sta attuando a Roma nei confronti di Almirante». «Usano la fama di Almirante – spiega la figlia – per l’applauso nelle piazze ma poi lo considerano un peccato originale».

Il sindaco della Capitale, aggiunge De Medici, «aveva bisogno di un assessore donna e ha utilizzato con la stampa il mio nome.

Poi il contentino», cioè «mi ha proposto un posto in un cda di una municipalizzata», un gesto ritenuto offensivo perchè, spiega, «entrare in giunta avrebbe avuto un senso e sarebbe utile alla città a quel mondo di destra che non si ritrova in questa politica» mentre il posto nella municipalizzata «sarebbe utile solo a me e solo sul piano economico». (ANSA).

2 Risposte for “FIGLIA ALMIRANTE, ALEMANNO NON C’ENTRA NULLA CON MIO PADRE”

  1. ilcorsaronero scrive:

    Cara Giuliana: nel nostro mondo ci sono stati Uomini e ominicchi. Tuo padre era un Uomo, alemanno è di altra specie…….. Fortunatamente Tuo Padre è ancora discriminato, alemanno non lo discrimina più ndessuno: ormai è omologato. Tra lui e veltroni non vedo differenze……

  2. Bardamu scrive:

    Brava Giuliana! Hai detto bene: la famiglia Almirante non cerca poltrone comode, non per questo Giorgio Almirante fece politica. Uomo dalle capacità politiche indiscusse, avrebbe potuto ottenere ben altre poltrone che quella semplice di capo di una municipalizzata, se solo avesse accettato compromessi. Li rifiutò e fu capo di una grande Comunità. Rimarrà per sempre nel nostro cuore.

Leave a Reply

Advertisement
Il sito “A tutta Destra” è edito dall’Associazione non lucrativa socio-culturale “AGORA’ NEWS” – C.F./P.I. 92063900721. Testata Giornalistica Registrata presso l’Ufficio del Registro del Tribunale di Trani al numero 03/10 del 03/02/2010. | Atuttadestra WordPress™ Powered by Antonio Valls